Home
Arte e cultura
Info turistiche
Accoglienza ed ospitalità
Eventi e manifestazioni
Itinerari turistici
Attività commerciali
News
Galleria Foto
Galleria Video
Info & Contatti
Penna in Fiore
Itinerari turistici
Turismo
Un giro a Penna
Un giro a Penna
La visita al centro storico offre diversi motivi d’interesse storico – artistico: rimane abbastanza intatto l’impianto urbano medievale con pregevoli inserti quattrocenteschi. E’ molto suggestivo il segnale lasciato dalla fam. Orsini, che hanno dato al centro urbano una delicata impronta rinascimentale. Piazza S.Valentino centro del borgo, è delimitata dal cinquecentesco Palazzo del Governatore, dalla Chiesa di S. Maria della neve. La Porta Civica ingresso principale al C.S. presenta ai fianchi “i sedili del popolo” caratteristici di molti borghi medievali. Palazzo Orsini, bellissimo edificio a piana rettangolare, conserva un giardino del 1500, l’ingresso al giardino è caratterizzato dalle cosiddette “Quattro Stagioni”, colonne allegoriche in travertino di fattura secentesca. Lungo la strada che porta a Penna si possono ammirare le due statue dei Mamalocchi, gigantesche figure allegoriche, opera di Pino Ligorio ideatore dei giardini di Villa D’Este di Tivoli e delle fantastiche figurazione del Sacro Bosco di Bomarzo.

IL COMUNE DI PENNA IN TEVERINA, L'ASSESSORATO CULTURA E TURISMO, IN COLLABORAZIONE CON LE ASSOCIAZIONI,PROMUOVE GIORNATE DI VISITA PER GRUPPI ORGANIZZATI

PROGRAMMA
Ore 10,00 Arrivo a Penna in Teverina:
Accoglienza di benvenuto al Centro Sociale M.sa Costanza, incontro con accompagnatore.

Visita al grande Presepe permanente con circa centoquaranta statuine in movimento.
Visita al Centro Storico, alle “Quattro Stagioni”e al Giardino all’Italiana. Giro per le vie del paese nuovi insediamenti

Ore 13,00 Pranzo al ristorante (se richiesto).
Per informazioni rivolgersi al
Comune di Penna in Teverina Assessorato Cultura e Turismo Dott.ssa Laura Maccaglia, telefono 0744.993326; Fax 0744.993327

Penna in Teverina sorge su una collina in posizione dominante la valle del Tevere. I primi documenti storici riguardanti il borgo risalgono al XI sec.
Diverse vicissitudini politiche lo resero partecipe insieme agli altri castelli della zona di domini e contese. Feudo della famiglia Orsini sin dal XIII sec., venne affidato dai Colonna alla giurisdizione di Amelia nel 1492. Di nuovo sotto gli Orsini che lo tennero fino alla estinzione del loro casato nel 1797. Alla fine del XVIII sec. attraverso varie vendite la proprietà andò ai Marchesi Del Gallo di Roccagiovine. Nel frattempo, lo Stato della Chiesa aveva abolito il regime feudatario così le cariche amministrative esistenti si trasformarono in Amministrazioni Comunali. Nel 1860 anche Penna entra a far parte del Regno d’Italia.


L’ASSESSORE
CULTURA E TURISMO
Ida Peracchini

In evidenza
Dal 30/09 al 01/10
Festa della Vendemmia 2017